"Foto di Enriscar, 'FIRENZE-NUOVO PALAZZO DI GIUSTIZIA', distribuita sotto licenza Creative Commons Attribution-Share Alike 4.0 International (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0), via Wikimedia Commons."

Reparto disforia di genere del Careggi: la procura di Firenze apre un’inchiesta

È di oggi la notizia che la procura di Firenze ha aperto un’inchiesta sul reparto dell’ospedale Careggi che si occupa dei minori che soffrono di disforia di genere, su segnalazione del ministro della Salute Orazio Schillaci

“Un mese fa”, ha scritto Alessandra Arachi sul Corriere della Sera, “il ministro della Salute aveva inviato gli ispettori per verificare le pratiche mediche per la somministrazione della triptorelina”, ora “la procura di Firenze ha aperto un’inchiesta sul reparto dell’ospedale Careggi che si occupa dei minori che soffrono di disforia di genere, su denuncia del ministro della Salute Orazio Schillaci“. 

Noi genitori dell’Associazione GenerAzioneD, direttamente coinvolti nella sofferenza di questa generazione di giovanissimi che mettono in dubbio il loro genere, riteniamo di fondamentale importanza che l’argomento sia stato portato a conoscenza dell’opinione pubblica e siamo grati ai servizi di informazione per ogni menzione e rilievo dati a un fenomeno cresciuto a dismisura in un oblio generalizzato. Siamo convinti che l’opinione pubblica vada sensibilizzata e informata su ogni vicenda che riguarda la difesa del benessere e della salute dei giovani. Abbiamo la massima fiducia nelle istituzioni e siamo certi che la Procura farà il suo lavoro con il fine esclusivo e primario della tutela dei bambini e dei ragazzi, che è quello che noi chiediamo per il bene dei nostri figli.


Foto di Enriscar, ‘FIRENZE-NUOVO PALAZZO DI GIUSTIZIA’, distribuita sotto licenza Creative Commons Attribution-Share Alike 4.0 International (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0), via Wikimedia Commons.

Ti potrebbe interessare anche

Lettera del Servizio nazionale inglese ai responsabili delle cliniche di genere per adulti

Dr. Cass ai giovani con disforia di genere: “La scienza ha sbagliato, ma ora non possiamo farvi decidere al buio”

Cosa si cela in un nome? Lettera di una mamma

L’Accademia Europea di Pediatria invita alla cautela nella gestione clinica di bambini e adolescenti con disforia di genere