NHS: stop ai bloccanti della pubertà nei centri inglesi

La decisione del NHS England, annunciata il 12 marzo 2024, sta facendo il giro del mondo: il sistema sanitario nazionale inglese ha rivisto le proprie linee guida riguardo gli ormoni soppressori della pubertà (PSH) – i cosiddetti bloccanti della pubertà – che non saranno più disponibili come opzione terapeutica di routine per il trattamento di bambini e giovani con incongruenza di genere/disforia di genere nei centri dedicati.

Come riportato nella comunicazione ufficiale, l’NHS England ha considerato attentamente la revisione delle evidenze condotta dal NICE (2020) e ha identificato e rivisto tutte le ulteriori evidenze pubblicate disponibili ad oggi.

“Abbiamo concluso che non ci sono prove sufficienti a sostenere la sicurezza o l’efficacia clinica del PSH per rendere il trattamento disponibile come routine al momento attuale”

NHS England, 12 marzo 2024

Clinical Policy: Puberty suppressing hormones (PSH) for children and young people who have gender incongruence / gender dysphoria [1927]

Ne hanno parlato:

IL FOGLIO – Il ban assoluto della cosiddetta “terapia affermativa” in Gran Bretagna segna una svolta storica. E ora sulla disforia di genere sono attesi cambiamenti anche in Italia

Il Fatto Quotidiano – Londra vieta i bloccanti della pubertà: “Dati incerti e norme violate”

Corriere della sera – Farmaci per bloccare la pubertà, l’Inghilterra ne vieta la prescrizione

Feminist Post – L’UK HA DECISO: MAI PIÙ BLOCCANTI DELLA PUBERTÀ AI MINORI CON DISFORIA

OPEN – Regno Unito, stop ai farmaci bloccanti la pubertà per adolescenti trans: la decisione storica che fa discutere

Ti potrebbe interessare anche

Lettera del Servizio nazionale inglese ai responsabili delle cliniche di genere per adulti

Dr. Cass ai giovani con disforia di genere: “La scienza ha sbagliato, ma ora non possiamo farvi decidere al buio”

Cosa si cela in un nome? Lettera di una mamma

L’Accademia Europea di Pediatria invita alla cautela nella gestione clinica di bambini e adolescenti con disforia di genere