Position paper delle società pediatriche italiane: domanda sugli effetti collaterali della triptorelina – parte 2

Dalla lettera aperta di GenerAzioneD alle 5 società scientifiche italiane - Accademia Italiana di Pediatria, Società Italiana di Pediatria, Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica, Società Italiana di Medicina dell'Adolescenza, Società Italiana di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza - che il 18 aprile hanno pubblicato sull'Italian Journal of Pediatrics il position paper "Adolescent gender dysphoria management" Leggi parte 1 DOMANDA n. 2 Sugli effetti collaterali dei bloccanti della pubertà Società scientifiche italiane “Mancano ancora dati ...

Leggi di più

Position paper delle società pediatriche italiane: qualcosa non torna sull’aumento dei casi – parte 1

Lettera aperta di GenerAzioneD alle 5 società scientifiche italiane - Accademia Italiana di Pediatria, Società Italiana di Pediatria, Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica, Società Italiana di Medicina dell'Adolescenza, Società Italiana di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza - che il 18 aprile hanno pubblicato sull'Italian Journal of Pediatrics il position paper "Adolescent gender dysphoria management" Con l’articolo pubblicato in data 18/04/2024 sul Giornale Italiano di Pediatria, cinque società scientifiche italiane prendono ...

Leggi di più

Appello a tutte le associazioni mediche: cosa bisogna imparare dalla Cass Review sui bambini LGB e sull’assistenza per l’affermazione di genere

Lisa Selin Davis e LGBT Courage Coalition, 25 aprile 2024  “Tutte le principali associazioni mediche sostengono le cure per l’affermazione di genere”. Probabilmente avrete sentito questa frase dalle organizzazioni di attivisti che difendono la medicina di genere per bambini e adolescenti: bloccanti della pubertà, ormoni cross-sex e talvolta interventi chirurgici per trattare la disforia di genere. Non nego che le associazioni mediche americane – gruppi di rappresentanza che sostengono i medici – ...

Leggi di più
cass review estratti italiano per argomento

Cass Review: il report finale sul trattamento della disforia di genere

Pubblichiamo la nostra traduzione degli estratti più significativi della Cass Review Final Report, la revisione indipendente commissionata alla Dr.ssa Hilary Cass dal servizio sanitario nazionale inglese (NHS England) e resa pubblica il 10 aprile 2024. Credits immagine https://www.realityslaststand.com/p/the-final-cass-review-and-the-nhs I numeri di pagina si riferiscono al documento originale scaricabile qui. Scarica l'articolo in pdf DEFINIZIONI Incongruenza di genere “Incongruenza di genere è il termine utilizzato nell'undicesima revisione della classificazione internazionale delle malattie (ICD-11) (Organizzazione mondiale della sanità, ...

Leggi di più

Dr. Cass ai giovani con disforia di genere: “La scienza ha sbagliato, ma ora non possiamo farvi decidere al buio”

Ieri, 10 aprile 2024, è stata rilasciata la versione finale della Cass Review, l'indagine indipendente commissionata dal servizio sanitario inglese (NHSE) sui servizi per l'identità di genere dedicati ai minori. Riportiamo la traduzione del messaggio della Dr.ssa Hilary Cass, a introduzione del suo lavoro. Revisione indipendente dei servizi per l'identità di genere per bambini e ragazzi Prefazione del Presidente "Lo stato di partenza della medicina è l'incertezza. La saggezza - sia per i pazienti ...

Leggi di più

L’Accademia Europea di Pediatria invita alla cautela nella gestione clinica di bambini e adolescenti con disforia di genere

Nel mese di febbraio 2024 è stato pubblicato un documento denominato “European Academy of Paediatrics statement on the clinical management of children and adolescents with gender dysphoria”[1], che interviene sul dibattito relativo alla gestione della disforia di genere nei bambini, intendendo come tali tutti i minori di età inferiore ai 18 anni.  Partendo dalla considerazione che nei diversi paesi esiste una varietà di approcci a questa complessa condizione e che tale ...

Leggi di più

Il rischio suicidio nei bambini e nei giovani disforici

Si tratta forse dell'argomento più delicato e complesso da trattare in assoluto, ma parlando di disforia di genere non si può evitare di affrontare il tema del rischio suicidio. Aderendo alle (obsolete) linee guida ereditate dai paesi pionieri delle cure affermative di genere, che avevano cominciato a proporre la transizione anche in età pediatrica e giovanile, negli ultimi anni anche in Italia i professionisti che si occupano di disforia di ...

Leggi di più

NHS: stop ai bloccanti della pubertà nei centri inglesi

La decisione del NHS England, annunciata il 12 marzo 2024, sta facendo il giro del mondo: il sistema sanitario nazionale inglese ha rivisto le proprie linee guida riguardo gli ormoni soppressori della pubertà (PSH) - i cosiddetti bloccanti della pubertà - che non saranno più disponibili come opzione terapeutica di routine per il trattamento di bambini e giovani con incongruenza di genere/disforia di genere nei centri dedicati. Come riportato nella comunicazione ...

Leggi di più

WPATH Files: rese pubbliche le conversazioni tra gli “esperti” dell’affermazione di genere

Traduzione di un articolo di Stella O'Malley, fondatrice di Genspect, pubblicato su Genspect il 5 marzo 2024 I WPATH Files sono conversazioni interne trapelate e inviate a Michael Shellenberger lo scorso anno. Michael ha lavorato su questi documenti con Mia Hughes e, con la sua organizzazione Environmental Progress, ha elaborato un report approfondito. I documenti includono conversazioni trapelate trascritte letteralmente e un riepilogo esecutivo per chi non volesse leggere 250 pagine. ...

Leggi di più

I genitori all’OMS: attenzione ai giovani dai 18 ai 24 anni

In seguito alla recente pubblicazione da parte dell’Organizzazione Mondiale per la Sanità del gruppo di esperti incaricato di redigere le nuove linee guida per la salute transgender, il 7 gennaio 2024 abbiamo sottoscritto una lettera indirizzata ai rappresentanti dell’OMS per esprimere le nostre preoccupazioni e condividere le nostre esperienze con i nostri figli. In data 1 febbraio abbiamo inviato all'OMS un addendum alla prima lettera, che riportiamo tradotto e che è ...

Leggi di più